previous arrow
next arrow
Slider

Fondazione Monteparma ha origine da una delle banche più antiche del mondo, la Banca del Monte di Parma, fondata come Monte di Pietà nel 1488 dal Comune di Parma su sollecitazione del Beato Bernardino da Feltre.
La Fondazione è stata istituita nell’ottobre 1991 per effetto dello scorporo dell’attività bancaria e della trasformazione in società per azioni dell’istituto di credito, come previsto dalla “Legge Amato” che ha riformato il settore (L. 218/1990).

Fondazione Monteparma persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo locale, nel rispetto della missione originaria, operando prevalentemente nel territorio della Provincia di Parma.
Fin dalla sua costituzione la Fondazione si occupa di arte e cultura, interviene attraverso il sostegno ad attività espositive, musei, eventi teatrali e musicali, performance, convegni, conferenze e pubblicazioni.

La Fondazione collabora costantemente e in modo fattivo con le istituzioni, con le associazioni e le diverse realtà locali: la sua operatività si caratterizza per la gestione diretta di importanti progetti culturali, artistici ed editoriali.

Nel 2002 Fondazione Monteparma, insieme all’Università di Parma, fonda la casa editrice MUP Editore come mezzo di promozione della cultura, in particolare quella del territorio. Sono oltre 700 i titoli pubblicati dalla società strumentale della Fondazione, libri che spaziano dall’arte alla poesia, dalla cucina allo sport, dalla fotografia all’architettura. La pubblicazione di maggior rilievo è l’opera enciclopedica “Storia di Parma”, 11 prestigiosi volumi stampati a partire dal 2008 e usciti con cadenza annuale, un progetto che ripercorre scientificamente le varie epoche di vita della città, dalle origini a oggi.

Sul fronte delle arti, l’esperienza della Fondazione nella gestione diretta di musei si è espressa al massimo nella realizzazione del nuovo centro culturale ed espositivo APE Parma Museo.

Per saperne di più sulla Fondazione, visita il sito www.fondazionemonteparma.it.